UE: salvate le erbe medicinali!

Alla Commissione europea e ai governi dell'UE:

In qualità di cittadini preoccupati chiediamo alla Commissione di emendare la direttiva 24/2004/EC, sospendendo le misure draconiane contro le erbe medicinali e rimuovendo tutte le barriere ai rimedi tradizionali con una lunga storia di utilizzo dentro e fuori l'Europa. Chiediamo inoltre ai nostri governi di rifiutarsi di applicare gli standard previsti dalla direttiva finché questa non sarà emendata. Abbiamo il diritto di decidere fra tutti i rimedi a disposizione e le medicine che garantiscono la salute nostra e dei nostri famigliari.
 
Sei già membro di Avaaz? Inserisci la tua e-mail e premi "Invia".
Prima volta su Avaaz? Per favore compila i campi qui sotto.
Avaaz.org protegge la tua privacy e ti tiene informato su questa e altre campagne simili.

Pubblicato il: 18 Agosto 2011
Campagna lanciata alle 18 del 28 aprile 2011
L'UE ha appena messo al bando diverse erbe medicinali, e alcuni rimedi tradizionali già non sono più a nostra disposizione.

La nuova direttiva europea entrata in vigore questa settimana impone barriere altissime a qualunque rimedio a base di erbe che non sia presente sul mercato da almeno 30 anni, incluse in teoria tutte le medicine tradizionali cinesi, ayurvediche e africane. Persino la Commissione europea ha dovuto riconoscere che tali misure sono eccessive e che restringeranno inevitabilmente la libertà di scelta dei consumatori, tuttavia non ha fatto niente per modificarla.

Ci vuole un appello enorme contro questo divieto. Insieme le nostre voci potranno fare pressione sulla Commissione europea per migliorare la direttiva, sui nostri governi nazionali perché non applichino questi standard eccessivi, e dare legittimità a un'azione legale. Firma a destra, inoltra questa campagna a tutti e raggiungiamo 1 milione di voci per salvare le erbe medicinali!

Spargi la voce

Clicca per copiare: