Continuando, dichiari di accettare l'Informativa sulla Privacy di Avaaz, che spiega come possono essere usati e come sono protetti i tuoi dati.
Ho capito
Utilizziamo i cookies per analizzare come viene usato il sito e come supporto per fornire ai visitatori la miglior esperienza possibile. Trovi qui la nostra Informativa sui Cookie.
OK
Salviamo l'esperienza del Centro di Ricerca, Documentazione e Promozione del Padule di Fucecchio.

Salviamo l'esperienza del Centro di Ricerca, Documentazione e Promozione del Padule di Fucecchio.

894 persone hanno firmato. Arriviamo a  1,000
894 Sostenitori

Chiudi

Completa la tua firma

,
Aderendo a questa campagna acconsenti a ricevere le email di Avaaz. La nostra Informativa sulla Privacy protegge i tuoi dati e ti illustra come possono essere usati. Puoi disiscriverti in ogni momento.
Questa petizione è stata creata da Federico M. e potrebbe non rappresentare il punto di vista della comunità di Avaaz.
Federico M.
ha lanciato questa petizione diretta a:
Difendiamo il Centro di Ricerca e Documentazione del Padule di Fucecchio
I Cittadini firmatari di questo appello, a fronte di una volontà politica di privatizzazione della gestione della riserva naturale del padule di Fucecchio, esprimono la volontà che sia assicurata la continuità delle attività del Centro R.D.P., salvaguardando in primo luogo le risorse umane dell’associazione.
La crisi economica non deve diventare il pretesto per liquidare una eccellenza che ha prodotto buone pratiche e risultati tangibili e riconosciuti.
Da ormai 25 anni il Centro rappresenta il motore delle azioni di conservazione e delle attività di ricerca, educazione ambientale e promozione a favore del Padule di Fucecchio, nonchè un tavolo di confronto fra tutti i portatori di interessi che fanno parte di questa associazione onlus (pubbliche amministrazioni, associazioni ambientaliste, venatorie, agricole e di proprietari; istituti culturali e di ricerca).
Considerati gli importanti risultati conseguiti nella gestione dell’unica riserva naturale regionale istituita in provincia di Pistoia e l’importanza del Padule di Fucecchio (recentemente riconosciuto come Zona Umida di Interesse Internazionale ai sensi della Convenzione di Ramsar), chiediamo che la gestione dell’area protetta e del Centro Visite di Castelmartini mantenga una forte connotazione pubblica, attraverso la conferma del Centro e del personale che a vario titolo collabora con esso.