Continuando, dichiari di accettare l'Informativa sulla Privacy di Avaaz, che spiega come possono essere usati e come sono protetti i tuoi dati.
Ho capito
Utilizziamo i cookies per analizzare come viene usato il sito e come supporto per fornire ai visitatori la miglior esperienza possibile. Trovi qui la nostra Informativa sui Cookie.
OK
La più grande ed efficace comunità online di campagne per il cambiamento

Presidente della Regione Calabria - Giuseppe Scopelliti: Mappatura e divulgazione dei siti tossici calabresi. Evitarli. Sopravvivere

Presidente della Regione Calabria - Giuseppe Scopelliti: Mappatura e divulgazione dei siti tossici calabresi. Evitarli. Sopravvivere
  
  

 


Perché è importante

Un gruppo di Cittadini che vivono nell'area centro - calabrese (Vibo e Serra San Bruno) hanno raccolto un dossier consistente e documentato, circa lo stato di catastrofico inquinamento ambientale di numerosi siti e terreni antropizzati.
Accertata la pericolosità e la diffusione del rischio ambientale; constatata l'inerzia delle autorità preposte ad affrontare censimento, delimitazione e bonifica, sono state avviate iniziative di sollecitazione ai livelli europei, per avere garanzia di intervento e risoluzione.
La scarsa sensibilizzazione ed il mancato coinvolgimento - o peggio ancora la contro-informazione a cui resta soggetta la maggior parte della popolazione - ci induce a temere coperture e connivenze di ambienti truffaldini e anti-costituzionali.
E' in corso di organizzazione un Ente democratico ( denominato Tribunale TALETE ) con finalità di auto-tutela per attivare :
1. Un Gruppo di studio permanente per produrre, aggiornare e divulgare i Dossier già iniziati;
2. Un Gruppo aperto di Cittadini responsabili, che affrontino l’onere di interagire con le autorità competenti, al fine di condurre il loro operato pubblico sul piano delle responsabilità istituzionali;
3. Individuare le fonti ed i fattori che hanno prodotto la devastazione antropica e perseguirne le responsabilità civili e – se emergenti – quelle penali; con conseguente ristoro sociale pubblico;
4. Diffondere i risultati delle iniziative sulle Reti WEB, per consentire informazione certificata e comunicazione partecipata, con finalità di auto-tutela.

La soluzione del problema, data la vastità e pericolosità dei fattori inquinanti, richiede forte determinazione a identificare i siti, analizzare lo stato di rischio, reperire le risorse necessarie per la bonifica e il ristoro sociale.

L'obiettivo immediato è l'auto-tutela : conoscere la situazione e circoscrivere l'uso improprio delle falde acquifere. L'acqua sorgente e condizione di vita.

Pubblicata Dicembre 22, 2013
Segnala contenuto inappropriato
Clicca per copiare: