Continuando, dichiari di accettare l'Informativa sulla Privacy di Avaaz, che spiega come possono essere usati e come sono protetti i tuoi dati.
Ho capito
Utilizziamo i cookies per analizzare come viene usato il sito e come supporto per fornire ai visitatori la miglior esperienza possibile. Trovi qui la nostra Informativa sui Cookie.
OK
La più grande ed efficace comunità online di campagne per il cambiamento

Rendiamo obbligatorio il limitatore di velocità per le automobili

Rendiamo obbligatorio il limitatore di velocità per le automobili
  
  

 


Perché è importante

http://www.veramente.org/wp/?p=9217

Da wikipedia:
Ogni giorno muoiono per incidenti stradali quasi 350 persone, più di 127.000 ogni anno nella regione europea monitorata dall'Organizzazione mondiale della sanità.

È come se un evento catastrofico uccidesse la popolazione di una città di medie dimensioni ogni anno.

Almeno 2,4 milioni di persone vengono ferite o rese disabili in incidenti stradali ogni anno.

Di questi 2 milioni di incidenti stradali annuali, circa il 65% avviene in città e villaggi, dove pedoni e ciclisti sono particolarmente esposti. Nella sola Italia, i morti sono oltre 4.000 l'anno e i feriti oltre 300.000.

La morte e le ferite sulle strade non sono eventi casuali. La velocità è il maggiore assassino sulle strade e secondo l'Unione Europea il ridurre la velocità media di guida di 3 km/h salverebbe attorno a 5000-6000 vite ogni anno e preverrebbe attorno a 120.000-140.000 incidenti, risparmiando 20 miliardi di euro in costi. Non parliamo poi di inquinamento, risparmio energtico e vivibilità delle nostre città.

Ma prima di imporre nuovi limiti di velocità, occorre far rispettare i limiti che già ci sono. La tecnologia attuale lo rende non solo possibile, ma anche estremamente semplice: basta estendere alle auto il limitatore elettronico di velocità già obbligatorio sugli autocarri.

Un'integrazione col sistema satellitare GPS potrebbe individuare i limiti locali (per esempio le strade nei centri abitati) e regolare la velocità massima di conseguenza.

In un epoca in cui la tecnologia permette auto che leggono i segnali stradali, indicano la strada al conducente e parcheggiano da sole, ci sembra anacronistico affidare il rispetto dei limiti di velocità a sistemi puntuali e punitivi, come l'autovelox. Il limitatore di velocità, già ampiamente sperimentato da anni sugli autocarri, è lo strumento ideale per la prevenzione, e si presta egregiamente a essere integrato con sistemi satellitari o simili.


Pubblicata Ottobre 27, 2012
Segnala contenuto inappropriato
Clicca per copiare: