Continuando, dichiari di accettare l'Informativa sulla Privacy di Avaaz, che spiega come possono essere usati e come sono protetti i tuoi dati.
Ho capito
Utilizziamo i cookies per analizzare come viene usato il sito e come supporto per fornire ai visitatori la miglior esperienza possibile. Trovi qui la nostra Informativa sui Cookie.
OK
La più grande ed efficace comunità online di campagne per il cambiamento

Un invito all'azione che dà i suoi frutti

Questo è il momento in cui convinci le persone a firmare la tua petizione. Usalo per descrivere il problema, individuare la soluzione e chi può metterla in pratica; spiega anche perché agire come suggerisci tu può favorire quella soluzione. Inoltre, fornisci fatti essenziali a supporto della tua tesi. Molte persone interessate ma che non hanno familiarità con l'argomento non leggeranno un intero saggio su di esso; assicurati dunque di fornire il contesto nel modo più succinto possibile.

ELEMENTI CHIAVE

  • Emergenza: Inizia andando direttamente alle cose che hanno bisogno di essere cambiate senza girarci intorno. Sarà forse meglio formularla come un'emergenza che necessita una nostra reazione.
  • Il nostro ruolo nel cambiamento: Qui racconti il modo in cui la petizione può fare in modo che la soluzione sia applicata: pensa a chi ti stai rivolgendo e che ruolo può avere la pressione del pubblico nella decisione.
  • Chiedi: Assicurati di invitare il lettore a prendere parte all'azione. Può essere anche utile fornire qui altri dettagli legati alla richiesta.
  • Informazioni di supporto: C'è qualcosa che i tuoi sostenitori hanno bisogno di sapere? Forse una storia da chiarire o una critica comune da demolire.

CONSIGLI

  • Resisti alla tentazione di fare una lunga introduzione anziché tagliare dritto al problema (è dura!).
  • Spiega il fattore tempo: perché ora? Qual'è l'urgenza?
  • Quando sei in dubbio, taglia: quando non riesci a capire se è essenziale includere una cosa, probabilmente non lo è.
  • Tieni a mente i tuoi destinatari : devi motivare le persone a firmare e allo stesso tempo devi pensare che il tuo destinatario potrebbe visitare la pagina (soprattutto se stai creando un bel po' di pressione).