Continuando, dichiari di accettare l'Informativa sulla Privacy di Avaaz, che spiega come possono essere usati e come sono protetti i tuoi dati.
Ho capito
Utilizziamo i cookies per analizzare come viene usato il sito e come supporto per fornire ai visitatori la miglior esperienza possibile. Trovi qui la nostra Informativa sui Cookie.
OK
La più grande ed efficace comunità online di campagne per il cambiamento

Scrivere il titolo della petizione

Dillo in meno di 100 caratteri

Il titolo è la prima cosa che le persone vedono della tua petizione e se non attira la loro attenzione, potrebbe essere l'ultima! Ecco perché è così fondamentale trovare poche parole ma che siano chiare, che suscitino interesse e catturino davvero l'essenza della petizione. Qui trovi alcuni esempi e suggerimenti per migliorare il titolo della petizione.

TIPS:

  • Includi il tuo “meme”: una frase memorabile, che rimane in testa ed è carica di informazioni.
    Esempi di meme: “diamante insanguinato”, “Tibet, Il grido di un popolo”, “le persone prima del profitto”
  • Sii specifico: Dai un nome al destinatario, identifica la parte di legislazione cui fa riferimento la petizione, includi la città o il paese cui ti rivolgi.
  • Usa verbi indicanti un'azione: Fai in modo che tutti vogliano partecipare all'azione.

ESEMPI:

  • Sudafrica: ferma le leggi sulla segretezza!
    E' diretto in modo chiaro a un luogo e a una specifica legislazione e, allo stesso tempo, convince anche chi non ha familiarità con essi.
  • Direttore Miller: smetti di contrastare l'Unione degli Studenti Gay
    Usa verbi che indicano azione e formula la richiesta come una decisione che il destinatario è in grado di prendere.
  • Licenziamo Rupert Murdoch
    Sii diretto: utilizza una frase che possa essere usata per tutta la campagna, che spieghi la richiesta in un linguaggio semplice e facile da ricordare.
  • Nassetta, direttore generale dell'Hilton: smetti le violenze nei tuoi hotel
    Rivolgiti al destinatario in modo diretto, facendo associazioni scioccanti e controverse.
  • Rispondi al grido di aiuto del Tibet, ferma la repressione cinese
    La frase è allo stesso tempo esplicita ed enigmatica: da l'idea che i Tibetani abbiano bisogno d'aiuto per difendersi dalla repressione cinese ma non si capisce esattamente di cosa abbiano bisogno o come poter “rispondere”.
  • Diciamo al Ministro dell'ambiente dell'UE: “Boschetto o Scherzetto” nella linea politica per le nostre foreste?
    Un po' di ironia può portare lontano.