Libia: fermate la repressione

Inserisci il tuo messaggio nel box qui sotto
Avaaz.org protegge la tua privacy e ti tiene informato su questa e altre campagne simili.

Aggiornamento: i nostri messaggi stanno funzionando! Il Consiglio di Sicurezza e l'UE hanno congelato i beni di Gheddafi e chiesto di avviare un'indagine sui crimini di guerra. Teniamo alta la pressione per imporre una no-fly zone.
In Libia le forze armate del colonnello Gheddafi stanno usando mitragliatrici e caccia da combattimento contro i manifestanti pro-democrazia: migliaia di loro sono stati ammazzati e senza un'azione internazionale immediata la repressione potrebbe tramutarsi in un bagno di sangue nazionale.

L'Unione europea e il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite si sono riuniti ora in sessioni d'emergenza sulla Libia. Se riusciremo a convincerli ad accordarsi per istituire una no-fly zone sulla Libia, il congelamento dei beni di Gheddafi e dei suoi generali, sanzioni mirate contro il regime e un procedimento internazionale per tutti gli ufficiali militari coinvolti nella repressione, ciò potrebbe fermare i bombardamenti aerei e dividere la struttura di comando di Gheddafi.

Non abbiamo tempo da perdere: le persone in Libia sono massacrate dal loro stesso governo. Clicca per mandare un messaggio direttamente a tutti i delegati del Consiglio di Sicurezza dell'ONU, ai Ministri degli esteri e all'Alto Rappresentante dell'UE per fermare la violenza, e fai il passaparola con tutti: inondandoli di messaggi per spronarli ad agire!

Spargi la voce

Clicca per copiare: